Commissione Paritetica di Conciliazione

La Commissione Paritetica Provinciale di Conciliazione per le vertenze in materia di lavoro ha il compito di supportare le Parti nell’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione in materia di controversie individuali di lavoro ai sensi degli artt. 410,411 e 412 c.p.c. e nell’ambito di controversie di carattere collettivo originate da stati di crisi aziendale. La Commissione è composta da un rappresentante di Confcommercio UNIASCOM Varese e da un rappresentante dell’Organizzazione Sindacale a cui il lavoratore sia iscritto o a cui abbia conferito mandato. La Commissione si riunisce periodicamente per la discussione delle vertenze, mentre per la ratifica di Accordi già stipulati in sede sindacale si riunisce su richiesta di una delle Parti.
Al fine della conciliazione si allegano fac-simili di verbali relativi ad alcune delle tipologie consuete.

Formazione continua

L’Ente Bilaterale del Terziario della provincia di Varese ha istituito il Fondo per la formazione continua delle imprese del terziario per  promuovere e finanziare iniziative in materia di formazione continua e qualificazione professionale.  Il Fondo in coerenza con  quanto previsto dal Regolamento attuativo promuove piani formativi: aziendali, interaziendali e settoriali/territoriali finalizzati al consolidamento e allo sviluppo delle competenze dei lavoratori per rispondere alle esigenze di competitiva delle imprese. Il Fondo finanzia corsi di formazione esclusivamente realizzati da enti accreditati. Al fondo possono accedere le aziende con sede operativa in provincia di Varese aderenti all’Ente Bilaterale, riunite in forma associata o attraverso le proprie Associazioni di categoria o loro società di servizio, mediante la partecipazione progetti formativi.

Orientamento

L’orientamento professionale include tutte quelle attività di supporto e facilitazione con le quali è possibile, attraverso l’incontro e il confronto, individuare strategie efficaci di sviluppo e di miglioramento delle conoscenze è una delle attività più idonee per favorire l’incontro e lo scambio di informazioni tra due realtà: il mondo del lavoro e la scuola. La finalità dell’orientamento è quella di poter offrire ad ogni studente la possibilità di conoscere meglio se stesso e di misurare realisticamente le proprie capacità rispetto alle aspirazioni e agli obiettivi professionali che si è posto. L’Ente realizza progetti di orientamento professionale in collaborazione con le scuole.

Dai progetti di orientamento possono derivare importanti benefici e vantaggi sia al mondo della scuola, con l’impiego di strumenti adeguati per favorire una migliore definizione dei progetti formativi, sia al mondo del lavoro con l’elaborazione di elementi preziosi attraverso i quali poter sintetizzare e perfezionare le proprie esigenze in fatto di requisiti professionali.

È in quest’ottica che l’Ente insieme all’ITPA “E.Montale” di Tradate realizza due progetti di orientamento professionale:

• PROGETTO ASTRAAssistente Turistico Reception Albergo Accompagnatore, è finalizzato all’orientamento e alla formazione di figure professionali per il settore turistico e alberghiero. Si prefigge lo scopo di sviluppare le capacità operative dei partecipanti all’interno delle aziende quali: agenzie di viaggio, alberghi, agenzie di promozione turistica/accompagnatori.

• PROGETTO MAC: MArketing e Comunicazione, è finalizzato all’orientamento e alla formazione di figure professionali nelle aziende del settore del marketing e della comunicazione.

Vuoi capire che cosa fare dopo il diploma? Clicca qua!
Vuoi sapere quale università fare dopo il diploma?  Clicca qua!
Vuoi sapere quali sono le professioni più richieste… vai al sito vai al sito Excelsior
Vuoi avere una panoramica dei servizi di orientamento, attività formative, agevolazioni, progetti e iniziative, diffusi su tutto il territorio nazionale… vai al sito Filo


Tirocini Curriculari

Il tirocinio curriculare costituisce un importante strumento finalizzato alla realizzazione di momenti di alternanza tra studio e lavoro e di agevolazione delle scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. Costituisce la fase pratica della formazione individuale, finalizzata a far conoscere la realtà aziendale e far acquisire gli elementi applicativi di una specifica attività.

Questo tipo di esperienza è da tempo sviluppata in molti paesi come parte integrante dei curricola di studio, facilita l’integrazione tra sistema scolastico e sistema produttivo evitando stacchi troppo netti tra tempo della formazione e tempo del lavoro.  Il tirocinio curriculare non si può considerare rapporto di lavoro e quindi non comporta l’obbligo di retribuzione da parte dell’azienda. A discrezione dell’ente promotore o dell’azienda è possibile riconoscere al tirocinante un rimborso spese. Le attività svolte nel corso del tirocinio hanno valore di credito formativo e arricchiscono il curriculum dello studente.  L’attivazione di un tirocinio richiede l’azione di tre soggetti: lo studente, l’azienda e l’ente promotore.  

Soggetti promotori:  

• Istituzioni scolastiche presso le quali il tirocinante è iscritto, o soggetti ad esse collegate in possesso dei requisiti per l’attivazione di tirocini

Tirocini Extracurriculari e Tirocini Extracurriculari rivolti a studenti durante il periodo estivo

I tirocini extracurriculari sono promossi dagli Enti accreditati per l’inserimento in azienda di inoccupati in cerca di occupazione, a disoccupati, a lavoratori sospesi, in mobilità e a occupati con contratto di lavoro o collaborazione a tempo ridotto, per favorire l’inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro, vengono attivati mediante la fruizione di servizi personalizzati. Il tirocinio formativo e di orientamento ha una durata minima di 2 mesi (1 mese per aziende stagionali, 14 giorni per tirocini extracurriculari rivolti a studenti durante il periodo estivo)  e massima di 12 mesi (2 mesi per tirocini extracurriculari rivolti a studenti durante il periodo estivo) . Il tirocinante ha diritto a un’indennità di partecipazione il cui importo deve essere esplicitato nella convenzione e nel progetto formativo individuale di tirocinio, non inferiore a euro 500 lordi mensili (riducibili a euro 400 se prevista la corresponsione del buono pasto), 350 euro lordi mensili nel caso di impiego part time, ovvero, quando l’impegno giornaliero del tirocinante non sia superiore a 4 ore. La persona interessata a svolgere un tirocinio prende contatto con i promotori, soggetti terzi rispetto ai tirocinanti e ai datori di lavoro che li ospitano e che garantiscano la regolarità e la qualità dell'iniziativa.

Soggetti promotori* 

• Centri per l’impiego;  
• Istituzioni scolastiche, fondazioni ITS, istituzioni Universitarie comprese le AFAM;  
• Istituzioni formative accreditate ai servizi di istruzione e formazione professionale di cui alla L.R. 19/2007;  
• Accreditati regionali ai servizi al lavoro di cui alla L.R. 22/2006;  
• Autorizzati regionali ai servizi per il lavoro di cui alla L.R. 22/2006, tra i quali rientrano gli autorizzati regionali speciali, così come previsto nella DGR del 18 aprile 2007 n. 4561;    
• Comunità terapeutiche e cooperative sociali;  

*Per l’attivazione di tirocini extracurriculari rivolti a studenti durante il periodo estivo i soggetti promotori abilitanti sono esclusivamente i Centri per l’Impiego.

Approfondisci

Se sei interessato ad attivare un tirocinio curriculare o extracurriculare nella tua azienda clicca qui e compila il modulo di richiesta, un operatore dell’Ente Bilaterale ti contatterà per darti tutte le informazioni necessarie.

Welfare lavoro bilateralità

I servizi welfare, lavoro e bilateralità hanno lo scopo di  dare informazioni e fornire servizi gratuiti a lavoratori e imprenditori del terziario regolarmente iscritti agli enti bilaterali, sui seguenti temi: prestazioni assistenziali, formazione, prestazioni dei Fondi Sanitari, previdenza complementare e domanda-offerta di lavoro.


Prestazioni assistenziali per lavoratori e imprenditori: il servizio si concretizza con l’attivazione di tutta una serie di contributi a cifra fissa o con un massimale prestabilito messi a disposizione dei lavoratori e delle aziende aderenti. Per verificare se puoi ricevere la tua prestazione assistenziale clicca qui. L’erogazione della prestazione assistenziale al lavoratore avviene per mezzo della Carta Regionale dei Servizi (CRS) o Tessera Sanitaria con Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS), mentre le aziende ricevono i contributi tramite bonifico bancario.

Formazione: FORTE – QUADRIFOR – FONDIR – CFMT 

Fondi  sanitari: EST – FAST - QUAS – FASDAC

Previdenza complementare: FONTE

Domanda e offerta di lavoro: sei un’azienda? Ti aiutiamo a trovare la figura professionale più adatta per la tua attività, clicca qui e inserisci nel nostro portale la tua ricerca di personale oppure se vuoi candidarti per le offerte di lavoro aperte clicca qui e lascia il tuo CV lo metteremo immediatamente a disposizione delle nostre aziende. Hai altre necessità? Scrivi una mail a: info@entibilaterali.va.it

 

Servizi


> APPROFONDISCI

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la sezione cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.